Makers 2020/2021

Titolo progetto: IL BABY-FRIGO RISPETTOSO
Descrizione progetto: Dopo un’unità didattica sulle varie classi energetiche degli elettrodomestici e sul funzionamento del Frigorifero, il progetto prevede la costruzione di un mini frigo portatile, in polistirolo riciclato per la propria Aula alimentato con generatore di energia termoelettrica da 12 V. Il frigo ha una forma funzionale a conservare separatamente le merende, a seconda del tipo (dolci, frutta, salato e bibite) inserite in una dieta settimanale programmata, così da evitare dispersione di energia. Il mini frigo ha una struttura ad albero: una cella centrale per le bibite e tre celle come fossero rami. Sullo sportello di ogni cella c’è una lettera dell’acronimo delle Olimpiadi Problem Solving: la S pe Sweets (dolci), P per Plants (frutta e verdura) e O per Others (tutto ciò che e altro rispetto a frutta, dolci e bibite). Anche le manopole sono fatte a forma di ingranaggi per richiamare il logo della manifestazione. Il frigorifero si interfaccia con Arduino attraverso un allarme che avvisa quando lo sportello rimane aperto disperdendo aria fredda e attraverso un modulo sensore di temperatura per il controllo del display esterno(compatibilmente con la difficoltà si adotterà il linguaggio più adeguato agli alunni, magari Scratch for Arduino) In un primo momento si era pensato a una simulazione della refrigerazione, poi il sistema di un reale e possibile raffreddamento è stato suggerito dalla curiosità di un alunno che ha chiesto: come fanno gli astronauti senza la corrente? Da qui una ricerca mirata e guidata ha condotto ad alcune notizie sulla Cella di Peltier, utilizzata non solo per la conservazione del cibo in ambienti particolari come sommergibili o in orbita nello spazio, ma anche nelle auto, navi, campeggi. Gli alunni imparano che malgrado il raffreddamento tramite un sistema con Celle di Peltier non sia tra quelli più economici, le celle di Peltier possono essere adottate come generatori termoelettrici, per la proprietà che hanno di produrre freddo da un lato e caldo da quello opposto. Si sperimenta utilizzando il calore generato da una candela che trasforma la cella di Peltier in un alimentatore per un piccolo ventilatore Inoltre gli alunni apprendono che uno dei vantaggi delle Celle di Peltier, è che non sono i clorofluorocarburi, e cioè quelle sostanze costituite da Cloro, Fluoro e Carbonio più implicate nel fenomeno del buco dell’ozono L’intero progetto è sviluppato in relazione al proprio contesto, infatti la frazione di San Cataldo di Bella (Pz), vanta aziende che da anni lavorano nel settore della progettazione e installazione di sistemi di isolamento delle celle frigorifere. Ciò porta però i papà e talvolta anche i nonni ad allontanarsi dalla famiglia per lunghi periodi. Costruire il frigorifero con i propri papà e nonni, nel periodo di permanenza nella frazione, sarà una buona occasione per colmare le mancanze dovute a questa dovuta distanza

Gli studenti: GRUPPO MISTO DELLE CLASSI QUARTA E QUINTA
Istituzione scolastica: Scuola Primaria di San Cataldo
Città e regione: San Cataldo di Bella (Basilicata)

Vedi il video del progetto

Torna all'elenco dei finalisti